Archivio

Archivio Febbraio 2007

CD: ANTONIO SACCHINI, OEDIPE A COLONE

26 Febbraio 2007 Nessun commento


CD: ANTONIO SACCHINI, OEDIPE A COLONE

Loup, Paulin, Getchell, Blaise. Opera Lafayette Orchestra. Ryan Brown.

Registrazione live, 2 cd NAXOS 8.660186/87.

Interpretazione: ottima.

Acquista il cd su IBS

L? ?Oedipe à Colone? d?Antonio Sacchini è uno dei più illustri esempi d?opera seria settecentesca appartenete al genere della ?tragedie-lyrique?, negli anni precedenti all?esperienza di Spontini. Preludio, pertanto, allo stile ?impero? in musica, ed espressione viva del classicismo in Francia che, per il genere, aveva impiegato compositori d?area tedesca ed italiana, come Gluck, Salieri e, per l?appunto, Sacchini.

Ancora nel primo Ottocento, l?opera di Sacchini era contrapposta alla nascente voga romantica, tanto che nel 1830, all??Opèra?, se ne contavano ben 583 rappresentazioni. Andato in scena, la prima volta, a Versailles nel gennaio 1776, grazie alla protezione della regina Maria Antonietta, l??Edipo? è la quarantaseiesima ed ultima partitura di Sacchini che sarebbe morto, a quarantasei anni, il successivo ottobre.

Splendida nella sua levigata compostezza, con arie che mutuano dallo stile italiano, ma che si sposano perfettamente alla prosodia francese, l??Edipo?, tratto dall?omonima tragedia di Sofocle, racconta la vicenda del cieco monarca, rifugiatosi a Tebe con la devota figlia Antigone.

Leggi tutto l’articolo su Classicaonline.com
Riferimenti: http://www.classicaonline.com

Categorie:Classica Tag: , , ,

Classicaonline in cucina: le "palle" di Mozart

20 Febbraio 2007 Nessun commento


Le Mozartkugeln, letteralmente “palle di Mozart”, di marzapane e cioccolato, sono un’invenzione dell’antica pasticceria Fürst, in Mirabellen Platz, per il centenario della morte del musicista.
Così, da quella data, Wolfgang Amadeus Mozart è famoso non solo per la sua musica immortale, ma anche per le sue… palle… secondo un goliardico gioco di parole che sarebbe sicuramente caro al nostro impertinente Mozart, così appassionato di pastiche linguistici con riferimenti erotici.
Questi gustosissimi cioccolatini sono esportati in più di 50 paesi nel mondo e pare ne siano venduti finora 1.500.000.000!!).

Ecco una ricetta, semplificata, per prepararli in casa (dal sito: http://www.mangiarebene.com):

Palle di Mozart casalinghe

Per 20 cioccolatini:

200 g di marzapane (anche già pronto, in vendita nei supermercati)
50 g di pistacchi sgusciati non salati
crema di nocciola
300 g di cioccolato fondente
zucchero a velo q.b.
spiedini lunghi di legno
base di oasis (in vendita dai fioristi ? in alternativa patate crude)
carta oleata o da forno

Frullate nel mixer i pistacchi sgusciati e privi della loro pellicina con un cucchiaio di zucchero al velo, aggiunto poco alla volta; se necessario aggiungetene altro, in modo da ottenere una crema densa.
Impastate il marzapane con la crema al pistacchio e amalgamate perfettamente i due ingredienti.
Dividete il marzapane al pistacchio in 20 parti e formate delle palline.
Infilzate ogni pallina all?estremià di uno spiedino di legno e infilate l?altra estremità dello spiedino sulla base di oasis o in mezza patata.
Versate in una coppetta profonda la crema alla nocciola (sceglietene un tipo abbastanza denso per poter meglio lavorare) e fate ruotare una pallina di marzapane nella crema in modo da ricoprirla completamente.
Nel caso la crema alla nocciola fosse troppo liquida aggiungete zucchero al velo.
Riponete nuovamente la pallina nella base di oasis e continuate con le altre fino a esaurimento.
Spezzettate il cioccolato e fondetelo a bagnomaria.
Toglietelo da fuoco e lasciatelo intiepidire mescolando spesso.
Intingete ogni pallina nel cioccolato fuso e riponete nuovamente le palline nella base per far raffreddare la copertura di cioccolato.
Ripetete l?operazione almeno un paio di volte.
Quando il cioccolato sarà completamente asciutto togliete lo spiedino dalla pallina.
Costruite un piccolo cono con la carta oleata, versate un poco di cioccolato ancora liquido e riempite il buchino del cioccolatino.
Fate asciugare completamente e servite i cioccolatini nudi o avvolti da carta stagnola (alluminio).
Se volete realizzare cioccolatini più piccoli riducete le dimensioni della pallina di marzapane.

Per approfondimenti: http://www.fuerst.cc

Riferimenti: http://www.classicaonline.com

Musica e poesia: Giosuè Carducci (oggi il centenario) e Giuseppe Martucci

16 Febbraio 2007 Nessun commento


Oggi, 16 Febbraio 2007, ricorre il primo centenario della morte di Giosuè Carducci. Il poeta toscano è infatti morto a Bologna il 16 febbraio 1907, all’eta’ di 72 anni.

Nel 1906 il compositore Giuseppe Martucci (Capua, 1856 ? Napoli,1909) scrisse tre composizioni da camera su versi del Carducci: Maggiolata, Pianto Antico e Nevicata. Nella ?Maggiolata? egli segue il trascolorare del quadro espressivo con un abile gioco di stili musicali, dal Settecento arcadico delle prime battute, al lirismo romantico della sezione centrale, fino al tumultuoso cromatismo del finale. Nel ?Pianto antico? rende con accenti prima affettuosi poi nobilmente drammatici il canto doloroso del poeta, nella ?Nevicata?, epigono del tardo Liszt del ?Nuages gris? o della ?Lugubre Gondola?, si trova già compagno del primo espressionismo, la parte vocale quasi uno sprachgesang, la parte pianistica evocativa di atmosfere livide ed angoscianti.

Nel dicembre 2006 è uscito per TACTUS un cd che raccoglie queste e altre composizioni vocali da camera di Martucci:

GIUSEPPE MARTUCCI
La Musica vocale da camera. Edizione integrale
Chiarastella Onorati ? mezzosoprano, Luisa Prayer ? pianista
Edizioni TACTUS ? TC 851302

Riferimenti: http://www.classicaonline.com

CD: ALESSANDRO ROLLA Sei quartetti per flauto ed archi

16 Febbraio 2007 Nessun commento


CD: ALESSANDRO ROLLA Sei quartetti per flauto ed archi.

Mario Carbotta ? Membri del ?Quartetto Erasmus?
1cd TACTUS TC 751805
Interpretazione: ottima.

La produzione strumentale d?Alessandro Rolla, nato a Pavia duecentocinquant?anni fa, annovera più di seicento unità, molte delle quali dedicate alla viola (strumento che egli elesse ad approfondimento tecnico virtuosistico), altre a generi differenti di musica da camera, fra cui alcune pagine dedicate all?insieme del quartetto con flauto solista.

Non è raro riscontrare la produzione per quest?ultimo organico nella produzione italiana del secondo Settecento e del primo Ottocento: si possono ricordare, infatti, i Sei divertimenti di Paisiello, i quartetti di Cimarosa ed i numerosi esempi prodotti da Cambini e da Viotti, senza dimenticare Mercadante che amò il flauto sopra ogni altro strumento.

Tra questi autori, non fu secondaria la produzione d?Alessandro Rolla, la cui poetica può essere suddivisa, in sostanza, in due parti differenti: la prima, assimilabile alle influenze della Scuola viennese, o, comunque, esemplificantesi nello stile del tardo settecento, con tratti galanti, la seconda, influenzata dal Romanticismo che, in Italia, cominciò ad esprimersi con le importanti esecuzioni, guidate da Muzio Clementi, a Milano, dei Tre quartetti op 59, la Quarta sinfonia (che Rolla dirigerà nel 1813), l?ouverture del Coriolano, il Quarto concerto per pianoforte ed il Concerto per violino di Beethoven, avvenute tra il novembre 1807 e l?estate del 1808. (…continua)

Leggi tutto l’articolo

PIERO BUSCAROLI. AL SERVIZIO DELL?IMPERATORE


LIBRO: PIERO BUSCAROLI. AL SERVIZIO DELL?IMPERATORE.

Come Giuseppe II spinse Mozart alla rovina

Editore Marietti, collana Saggistica, 178 p., ill., rilegato

Due sono i libri che Piero Buscaroli ha edito, nel 2006, nella concomitanza del duecentocinquantenario della nascita di Mozart. Di questo si è parlato meno, perché il ?mistero? del ?Requiem? ha un che di ?sapore giallo?, tanto da fare discutere di più.

Però, ?Al servizio dell?Imperatore. Come Giuseppe II spinse Mozart alla rovina?, edito da ?Marietti? è, nelle intenzioni dell?autore, parte integrante de ?Piero Buscaroli svela l?imbroglio del Requiem?, uscito per i tipi di ?Zecchini Editore?.

Leggi tutto l’articolo
Riferimenti: www.classicaonline.com

BENEDETTI MICHELANGELI: Il mio Mozart? Un genio che danza sulle ali del vento


UMBERTO BENEDETTI MICHELANGELI: «Il mio Mozart? Un genio che danza sulle ali del vento». Intervista al Maestro in occasione del Mozartfest

di Elena Percivaldi

Umberto Benedetti Michelangeli non ha bisogno di presentazioni. Classe ?52, musicista di razza e di famiglia, ha studiato a Milano con Conter, Bettinelli e Gusella, poi con Franco Ferrara e ha diretto i maggiori complessi sinfonico-cameristici in Italia…

Leggi tutta l’intervista
Riferimenti: www.classicaonline.com

Maurizio Pollini su YouTube


Per tutti gli ammiratori di Pollini: su YouTube è disponibile, in 2 parti, il video dell’intervista di Fabio fazio e Pollini nel suo programma, “Che tempo che fa”. Da non perdere! Ecco i links:

Pollini – 1° parte

Pollini – 2° parte

Ogni tanto anche la “Musica d’arte”, come la chiama Pollini, riesce a farsi spazio sul piccolo schermo…

Sempre su YouTube sono disponibili anche video di esecuzioni del Maestro.

Buona ascolto e buona visione!
Riferimenti: www.classicaonline.com

Categorie:Classica Tag: , ,